• img-book

La cucina Slovena

Avtor: Andrej A. Fritz
ISBN: 961-90088-9-8
Tehnični podatki: 64 strani, format 11,5 x 22,5 cm, mehka vezava

7,00

Quantity:
About This Book
Overview
Nel libro sono presentate le 140 pietanze popolari vecchie e un po meno vecchie, che hanno nella Slovenia una ricca tradizione. Alcune si sono preservate attraverso i secoli fino ai giorni nostri. La composizione diversa del suolo e il clima diverso nelle singoli regioni, come pure le condizioni culturali ed economiche hanno formato 40 regioni culinariche, che hanno oltre le differenti usanze da tavola, anche delle pietanze molto singolari.
Mentre la nebbia striscia ancora nella valle, le vette dei monti, decorate dai raggi di sole, si bagnano con ľaurora. Il profumo di primavera si diffonde nelľaria. Le ultime toppe di neve si stanno sciogliendo lentamente nei borri e sui pendii ombrosi, giŕ fioriscono le primule, il colchico, i bucaneve stanno spuntando con timidezza. Il fumo grigio profumato sta uscendo dalla bassa casa contadina e la fascina scopietta nel forno. Il lievito, gonfiato a metŕ e mescolato con la farina e lo zucchero, si trova nel pentolino sullo scafale in pietra vicino al forno. Č preparato per essere impastato per il pane e la torta. La carne di maiale e le salsicce, preparati la settimana scorsa dal macellaio, pendono dal sofitto nero dell’androne dall’altra parte del focolare del forno. Esse cominciano giŕ ad affumicarsi, cosě che emettono un profumo gradevole.
Spingo ancora due pezzi di faggio nel forno a legna e l’acqua nella pentola comincia a bollire. La madre aggiunge due prese di sale e aspetta che  ľacqua bolli per bene. Poi sparge una misuretta di grano saraceno nell’acqua bollente. Con il manico del mestolo fa un buco nel mezzo del mucchietto, cosě che l’acqua bollente errompe come un vulcano. Scosta la pentola sull’orlo del forno, la copre e la lascia bollire lentamente. Nel frattempo si sente giŕ l’odore del caffe’ d’orzo. Nella padella ha giŕ riscaldato i profumati siccioli, che gli versa velocemente sul mucchio della polenta sbriciolata di grano saraceno. Nella grande pentola nera si sta cucinando il brodo di gallina, mentre sulla tavola si stanno seccando le tagliatelle casalinghe. La madre si muove nella cucina e si da da fare con le componenti della focaccia al cacio fresco d’Oltremura. Prima del pranzo si sente l’odore del pane appena cotto e della torta di noci che la madre estrae con la pala dal forno. Budlan jezik, Mežerli e il pasticcio ripieno della Bassa Carniola e le bocche affamate diventano giŕ impazienti e affamate.
Questo miscuglio di odori affumicati, dei ciccioli fritti, del caffč bianco e “žganci”, una specie di polenta fatta di granturco o di  grano saraceno, mi torna sempre in mente, quando si parla della cucina nostrana. L’offerta culinaria delle regioni slovene č svariata, il Litorale (Primorje), la Carniola Interna (Notranjska), la Bassa Carniola (Dolenjska), la Stiria (Štajerska), la regione d’Oltremura (Prekmurje) e indietro fino al bacino di Ljubljana con la regione dell’Alta Carniola (Gorenjska). Ogni stagione porta le sue bontŕ. Le feste della chiesa, le usanze popolari, i compleanni, le differenti festivitŕ e le differenti posizioni delle regioni e gli influssi delle vicine nazioni danno l’impronta alla preparazione delle differenti pietanze della cucina slovena.
Questo libro raccoglie solo una piccola parte delle ricette della svariata cucina slovena. Le casalinghe hanno adattato le ricette simili nelle differenti varietŕ secondo i propri gusti. Forse qualcuno, che cucinerŕ secondo le ricette citate in questo libro, aggiungerŕ qualcosa di suo o ometterŕ qualche componente. Niente di male, questa pietanza sarŕ, in linea di principio, la stessa. I gusti sono differenti.
Vi auguro tante soddisfazioni culinarie durante la preparazione delle pietanze della Cucina slovena e BUON APPETITO!

“La cucina Slovena”

There are no reviews yet.